Pronti per riprendere dopo la pausa estiva con la nostra rubrica affettività e sessualità?
Come sono andate le vostre vacanze?
Qualcuno ha avuto modo di sperimentare i principi della comunicazione non violenta trattata negli scorsi post?
Vi è mai tornata in mente durante o dopo dialoghi difficili?

Sicuramente molti di noi già stanno pensando alla ripresa delle scuola e degli impegni dell'anno. In effetti Settembre è sempre un mese un po' faticoso per le famiglie. Che sport scegliere, come incastralo tra il catechismo e il teatro, e quel antipatico passatempo di mamma e papà che si chiama lavoro.
Per non parlare di chi ha più figli che magari si permettono di avere età e gusti diversi. Coraggio anche settembre passerà e noi potremmo complimentarci con noi stessi per esserne usciti incolumi o quasi. Proprio per fronteggiare questo nuovo anno oggi vi consigliamo di mettere nella vostra agenda di impegni IL GIOCO!
Imparate a dedicare uno spazio al gioco in famiglia, un appuntamento esclusivo possibilmente settimanale e fisso. In genere conviene sfruttare il fine settimana.

Con il gioco, il bambino apprende, sviluppa capacità comunicative e creatività; impara a dominare le proprie emozioni e a conoscere la realtà esterna; instaura rapporti con gli altri, attraverso i quali può trasmettere competenze e apprendere nuove abilità. Anche la Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza afferma l'importanza del gioco nella vita dei bambini.
Giocare fa bene anche a noi adulti.  Infatti Il gioco soprattutto se accompagnato dalle risate e dal divertimento riduce gli ormoni dello stress e favorisce il senso di appartenenza e lo spirito di squadra. Competenze che i nostri figli troveranno molto utili anche fuori dalla famiglia.
Quali regole seguire? Poche ma buone: scegliere a turno il gioco, preferire giochi di squadra, i figli più piccoli possono fare squadra con i genitori se necessario, decidere insieme le regole, si inizia e si finisce insieme di giocare, divertirsi!

Scegliete il gioco che più vi piace da quelli in scatola ai grandi classici come i mini a una bella caccia al tesoro o una partita di calcio o pallavolo o per gli appassionati un bel gioco di ruolo.

Virginia